lunedì 8 marzo 2010

Eraldo Ulisse Mauro Amantini...


Casa Amatini in cui il 31 gennao 1914 nasceva alla vita il piccolo Eraldo.

Bagnolo è una frazione del comune di S. Fiora, da cui dista cira tre chilometri in provincia di Grosseto. Sta alle falde del Monte Amiata, a 750 metri d'alteza sul mare. La Dicesi d'appartenenza era Città della Pieve, oggi è Sovana- Pitigliano-Orbetello. A Bagnolo il 31 gennaio 1914 nacque P. Candido dell'Immacolata.

Il padre, Giovanni Battista Amantini, faceva il fabbro e in più gestiva un negozietto di sale e tabacchi. La madre, Diolinda Fratini, aveva un bel da fare a tener dietro alla casa e ai quattro figli. Infatti P. Candido era il secondogenito. Prima di lui era nata Rosa(chiamata Rosina) e dopo di lui nacquero Michelina e Icilio.
A otto giorno dalla nascita P. Candido venne battezzato. Era il 7 febbraio 1914;
Fonte Battesimale in cui il 7 Febbraio 1914 nasceva alla Chiesa Cattolica Romana Eraldo Ulisse Mauro Amantini.

fungevano a padrini Fratini Pierino e Romagnoli Settimia. Gli fu imposto il nome di Eraldo, a cui venenro aggiunti i nomi di Ulisse e Mauro. A quei tempi si riceveva presto la Cresima. Eraldo fu cresimato a sei anni, l'8 settembre 1920 da Mons. Giuseppe Angelucci, Vescovo di Città della Pieve. Iprimi anni li visse cme tutti i bambini del tempo. La famiglia Amantini non era certo ricca, ma aveva il necessario:non mancava nulla di quanto occorreva, senza peò dare spazio al superfluo. Per cui i figli crescevo senza capricci, ben istruit nella Fede, che veniva vissuta e insegnata in famiglia prima che in parrocchia. Eraldo fin da bambino ha sempre dimostrato un carattere assai buono e molto incline alla preghiera. Fino all'età di undici anni frequentò le scuole elementari a Bagnolo, con moto impegno e ottimo profitto. Come tutti i bambini, anch'egli avea un suo hobby: alla sra frequentava scuola di musica in paese, che comprendeva nella maggior parte strumenti a fiato. Il suo strumento era il flicorno breve. Si sentiva orgoglioso di far parte, lui così bambino, dei ventisei musicanti(così venivao chimati i componenti della banda musicale). Vestiva fieramente l'apposita divisa, quasi scomparendo sotto il largo berretto d'ordinanza. Così ebbe spsso l'occasione di suonare durante le feste locali e le commemorazioni religiose dei Santi patroni, nei diversi paesi del Monte Amiata.
A scuola si distingueva, oltre che per la grande diligenza, per una spiccata predisposizione alla pittura. I tempi e i successivi impegni non gli permisero di coltivare queste sue doti, riguardnti la musica e la pittura. E' tipico delle persne molto intelligenti la capacità di riuscire nei campi più diversi; ma poi è necessario scegliere e abbandonare tante altre capacità.

4 commenti:

FD ha detto...

Mi sono interessato alla figura di questo grande esorcista, un Santo, come lo e' la Santa laica Passionista di Lucca .
Chi si vuole unire in preghiera con noi puo' visitare Santuario virtuale di preghiera a S. Gemma Galgani
Francesco

cosimo de matteis ha detto...

SIA LODATO GESU' CRISTO

Magari è un fatto marginale,
però ho la impressione che vi sia una leggera inesattezza:

il luogo natìo di padre Candido
è la minuscola frazione detta
"le Bàgnore"
(con l'accento sulla prima sillaba)
poi divenuta "Bagnore".

Ma non "BAGNOLO" come viene riportato in diverse pubblicazioni.

Per carità: magari mi sbaglio io...

Naturalmente, come dicevo all'inizio, è solo e soltanto un marginale dettaglio.

Un saluto e Ogni Bene in Cristo, nostra vera PACE.



( a tal proposito: http://dongabrieleamorth.wordpress.com/tag/bagnore-di-santa-fiora/ )

cosimo de matteis ha detto...

Irrilevante la presente "rettifica", e tuttavia è opportuno farla:

non muta di una virgola la SANTITA' di padre Candido, ma parrebbe essere la sua frazione natìa
BAGNOLO
e non la quasi assonante "Bagnore"

Ripeto: questione di lana caprina ma essendo emersi "dubbi" in merito
-ed avendoli io espressi-
è bene ammettere il proprio errore e chiedere SCUSA a tutti per la leggera saccenza da me espressa.
Mi dispiace!


(ma so che, da lassù, padre Candido guarda divertito a queste mie gaffes.. )

Anonimo ha detto...

forza inter sempre